Skip to main content

CIOCCOLATO AI BAMBINI: GUIDA E CONSIGLI

1410x300_blog_bambini+cioccolato.jpg

Quando si può dare il cioccolato ai bambini?

Il cioccolato, oltre ad essere un alleato prezioso per il buon umore, se consumato nelle giuste dosi apporta molti benefici al nostro organismo. Ma da quando è possibile darlo ai bambini? E quale tipo è migliore? Prima di prendere ogni decisione che riguarda la salute del vostro bambino, il nostro consiglio è di consultare il proprio pediatra, in modo tale da avere chiare tutte le informazioni sulla dieta più adeguata per ogni periodo di vita del piccolo.

Cioccolato ai neonati.

Per rispondere a queste domande dobbiamo fare una distinzione tra cacao e cioccolato. Dopo lo svezzamento, che avviene circa dopo il primo anno di età del bambino, è possibile introdurre i primi assaggi di cacao attraverso prodotti specifici per neonati, come biscotti al cacao pensati per la prima infanzia, oppure prodotti solubili da aggiungere al latte.
È importante in ogni caso controllare bene l’etichetta dei prodotti per assicurarsi che non vi siano troppo grassi o zuccheri aggiunti. Per leggere in maniera corretta gli ingredienti, bisogna ricordare che i primi nell’elenco in etichetta sono quelli contenuti in misura maggiore all’interno del prodotto.

Il cioccolato fa male ai bambini piccoli?

No, il cioccolato non fa male ai bambini. Occorre però fare una precisazione: in quanto composta da zuccheri e grassi oltre al cacao, è importante che venga assunta con moderazione, perché il fegato e i reni dei più piccoli ancora non sono in grado di elaborare ingenti quantità di queste sostanze. Inoltre, è bene tenere presente che il cioccolato contiene sostanze eccitanti e stimolanti; per questo motivo è meglio offrirlo ai piccoli prima di pranzo o come snack nel pomeriggio, ma mai dopo cena. 
Raramente il cioccolato porta a reazioni allergiche, ma ancora una volta è importante capire che tipo di cioccolato dare ai bambini: meglio evitare ad esempio quello con la frutta secca o pasta di nocciola, che sono allergeni molto comuni.

A che età si può dare il cioccolato ai bambini?

Il cioccolato, a differenza del cacao, può essere introdotto nella dieta dei bambini a partire dal secondo anno di età. Prima di dare il cioccolato ai bambini, però, è sempre bene chiedere il parere del proprio medico.

Ma quale tra i vari tipi di cioccolato è il migliore per i più piccoli? Sicuramente il cioccolato che diamo ai nostri bambini deve essere di alta qualità e non deve contenere troppi zuccheri e grassi saturi. L’ideale sarebbe il cioccolato fondente; una alta percentuale di cacao è la scelta consigliata, ma c’è il rischio che i bambini non ne apprezzino il sapore. Allora va bene anche il cioccolato al latte, più dolce e morbido, l’importante è che contenga una elevata percentuale di cacao, come ad esempio nella ricetta del Cioccolato al latte Venezuela 47%.
È meglio evitare il cioccolato bianco perché non contiene cacao ma una elevata percentuale di zuccheri e grassi.
I migliori cioccolatini per bambini sono sicuramente quelli senza ripieno o senza frutta secca, per evitare possibili allergie e perché sono più semplici da masticare.
Il cioccolato e il cacao, inoltre, si possono anche utilizzare per fare golosi dolci e torte fatte in casa e sono preziosi alleati per convincere i piccoli a mangiare frutta, yogurt o a bere latte con un pizzico di cacao.