Skip to main content

Pianta di cacao: origine e caratteristiche

1410x300_blog_PiantaCacao.jpg

Il cacao è uno degli ingredienti principali per la produzione di cioccolato e, sotto forma di cacao in polvere, è un ingrediente molto utilizzato anche nella produzione di dolci. Nonostante sia un alimento così conosciuto, non tutti sanno da dove deriva e quali sono le caratteristiche degli alberi di cacao.

Albero del cacao: da dove si ricava il cacao?

Il suo nome scientifico è Theobroma cacao, letteralmente “il cibo degli Dei”: l’albero del cacao è un piccolo albero sempreverde della famiglia delle Malvaceae, originario delle regioni tropicali di Centro e Sud America.  Le sue foglie sono lucide, oblunghe, cadenti, di colore verde brillante. Dai semi dei suoi frutti (le cabosse) si ricavano la massa e il burro di cacao poi impiegati nella produzione di cioccolato.

La coltivazione delle piantagioni di cacao richiede un particolare clima umido tra i 20 e il 30 gradi celsius, che si trova nella fascia equatoriale. La pianta deve crescere senza sbalzi di temperatura, né luce diretta: di solito infatti viene riparata da un banano (tecnica chiamata  “sombramiento”) e mantenuta ad una altezza agevole per la raccolta dei frutti.

La fioritura è continua, ma su cento fiori, in media, solo uno si trasformerà in frutto.
Le piantagioni di cacao fruttificano due volte l’anno in diversi periodi a seconda della regione dove si trovano, generalmente a marzo e ottobre.

Dove si coltiva il cacao: i Paesi produttori di cacao

La pianta del cacao è originaria della regione del bacino superiore dell'Amazzonia (Brasile, Colombia e Perù). Questi alberi venivano coltivati ​​anche Messico, molto prima della scoperta dell'America e i semi venivano utilizzati anche come moneta di scambio. Sebbene Cristoforo Colombo riportò i semi di cacao in Europa nel 1502 alla fine del suo quarto viaggio, il cacao non prese piede in Europa fino a quando circa venti anni dopo,  Cortez, dopo aver provato la bevanda che i Maya chiamavano xocoatl , inviò alcuni semi di cacao in Spagna.

Oggi il cacao viene coltivato da 40-50 milioni di coltivatori di cacao in più di 50 paesi in tutto il mondo. Il 90% del cacao mondiale viene coltivato in piccole fattorie familiari, mentre solo il 5% viene coltivato in piantagioni commerciali più grandi. Per la maggior parte di questi coltivatori, il cacao è la principale fonte di reddito.

Come accade per gli uvaggi nella produzione di vino, le fave di cacao possono avere sapori e sfumature di gusto diverse a seconda della varietà e del luogo in cui la pianta viene coltivata (comunemente nota come terroir). La varietà Forastero ha una cabossa di forma più liscia e arrotondata con un guscio più spesso e il cacao è caratterizzato dal sapore di cioccolato più classico. La varietà Criollo ha un frutto più nodoso e più allungata con un guscio più sottile e produce cacao con sapori più floreali, fruttati e di nocciola. La varietà Trinitario è un ibrido di Forastero e Criollo.